febbraio 27

Prorogata a tutto il 2011 la Cassa Integrazione Guadagni “in deroga” per i lavoratori delle imprese in crisi o assoggettate a procedure concorsuali

A fine febbraio Regione Lombardia e Parti Sociali lombarde hanno definito i criteri per l’accesso agli ammortizzatori sociali in deroga (Cassa integrazione guadagni in deroga, o CIGD), prorogando l’applicabilità della misura a tutto il periodo che va dal 1° aprile al 31 dicembre 2011. Il campo di applicazione è molto esteso e riguarda imprese (anche non in possesso dei requisiti di accesso alla Cassa Integrazione Guadagni Straordinaria) appartenenti ai seguenti settori: industriale, artigiano e del commercio e del terziario, del turismo, dei servizi, cooperativo. Vi possono inoltre accedere gli studi professionali ed altri datori di lavoro anche non imprenditori, con esclusione dei soli datori di lavoro domestico. In base all’accordo-quadro sopra citato, possono inoltre beneficiare della CIG in deroga regionale lombarda – per un primo periodo di cinque mesi (quindi fino al 31 agosto 2011), rinnovabile per altri quattro – anche le imprese assoggettate a procedure concorsuali, a prescindere dal requisito dimensionale, per tutti i loro lavoratori subordinati, anche a tempo determinato (ad eccezione dei dirigenti), purché in possesso del requisito individuale di anzianità di servizio di almeno 90 giorni. Provvedimenti analoghi sono stati adottati da altre Regioni quali Piemonte, Veneto, Friuli Venezia Giulia, Emilia-Romagna, Umbria, Sardegna. Per ulteriori approfondimenti contattare l’’Avv. Alessandro Corrado

Per saperne di più
27 Febbraio 2011