lug 23

Intervento del fondo di garanzia Inps per TFR a favore di lavoratore trasferito “in continuità”, un contributo di Alessandro Corrado per il Fallimentarista

Tags: ,

Cattura

Pubblicato oggi sul portale Il Fallimentarista, il contributo “Trasferimento d’azienda e intervento del fondo di garanzia Inps per TFR a favore di lavoratore trasferito in continuità” affronta un tema particolarmente dibattuto a partire da una sentenza del febbraio 2019 della Corte d’Appello di Milano. Con detta pronuncia la Corte ambrosiana ha condannato l’Inps al pagamento delle quote di TFR maturate da due lavoratori durante la vigenza del rapporto di lavoro con la datrice di lavoro poi fallita: intervenuta la cessione definitiva del ramo d’azienda dal fallimento alla società aggiudicataria dell’asta giudiziaria, l’accordo sindacale concluso ex art. 47, legge n. 428/1990 aveva escluso – in deroga all’art. 2112, comma 2, c.c – la responsabilità solidale della cessionaria. Pertanto, la Corte, riformando la sentenza di primo grado, ha stabilito che il TFR dei lavoratori rimasto in carico al fallimento debba essere pagato dal fallimento e come tale anticipato dal Fondo di garanzia Inps, secondo quanto previsto dalla legge, nonostante il rapporto di lavoro sia proseguito con la cessionaria e non sia ancora cessato.

Il testo integrale del contributo è disponibile a questo link.

Per ulteriori informazioni contattare l’Avv. Alessandro Corrado (alessandro.corrado@corradolex.it).Cattura